020548205-daad8381-c3c1-437e-b367-79da42fac71e

L’unità della sinistra per fare una politica di destra?

Ma che rapporto c’è tra l’eterno dibattito sull’unità della sinistra e la realtà? Nessuno, a giudicare dal confronto surreale tra i tre candidati alla segreteria del Pd, la contesa meno interessante della microstoria della politica repubblicana. Meno di nessuno, se fosse possibile, a giudicare dallo scambio non meno surreale tra Pisapia e Renzi: “Caro Matteo, unisci la sinistra sennò perdiamo”, “Caro Giuliano, no: mai coi traditori. Anzi sì, ma solo se D’Alema non viene”. Se si continua così non solo […]

08desk1-francia-jean-luc-melenchon

Il sogno di una sinistra che conta, tra Melenchon e centrosinistra

Fa sognare tanti, in Italia, il 19,2% di Melenchon, in Francia. Ma è un sogno che da svegli lascia molto confusi. Come capire altrimenti Massimo D’Alema? Da un lato constata lucidamente che questo risultato vuole dire che “una sinistra che torni ad avere una identità forte è in grado di contenere le spinte a destra. Con una candidatura più debole dell’estrema sinistra la Le Pen avrebbe avuto un risultato maggiore?”. E, nello stesso tempo, un D’Alema che immagina di poter […]

27desk-mistrulil-jobsact-ja02

Jobs Act, aumentano i licenziamenti, giù i contratti stabili

+30% licenziamenti disciplinari nelle aziende over 15. Con il taglio degli sgravi, -12% contratti a tempo indeterminato. 284 mila contratti a tempo determinato e 35 mila contratti di apprendistato «trainano» l’occupazione a gennaio-febbraio 2017. 10 milioni e 526 mila voucher venduti in un anno fino al 17 marzo, giorno in cui il governo Gentiloni ha abolito con un decreto i «buoni lavoro» Aumentano i licenziamenti disciplinari nelle aziende con più di 15 dipendenti. Con il taglio degli sgravi contributivi alle […]

http-%2f%2fo-aolcdn-com%2fhss%2fstorage%2fmidas%2fed639499894bd29e858bc339a8c0789f%2f205204082%2fsenzatitolo-1

Caro D’Alema hai ragione, parliamoci. Serve una Sinistra coraggiosa

Il NO dei lavoratori di Alitalia all’accordo aziendale ci parla in maniera chiara e netta, qualora ce ne fosse ancora bisogno, della condizione del paese e di ciò che si muove non tanto nella pancia, ma nella testa dei cittadini, dei lavoratori. Quel NO mette inquietudine, perché di fronte alla scelta capestro messa in campo da azienda e governo di mangiare la minestra che passa il convento, i lavoratori hanno preferito il salto nel vuoto. “Buttarsi dalla finestra”, dice il […]

08desk1-francia-jean-luc-melenchon

Il risultato di Mélenchon e la sinistra italiana

Mélenchon rivela, dimostra, impone alla sinistra italiana, se c’è e vuol esserlo davvero, cose chiare e nette. Rivela che meritare di essere definita «estrema» non impedisce di ottenere tanti voti quanto quelli che la distanziano di poco dalle due maggiori formazioni politiche. Il risultato del primo turno dell’elezione in Francia dimostra, anzi, che la somma dei voti della sinistra estrema e del partito socialista, che è quello di Hamon e non quello di Hollande e degli altri converti al liberismo, […]

manifesto_liberazione_2017

Dove stanno i «veri» partigiani

25 aprile. Con stupide pretese incrociate stiamo riuscendo a realizzare quello che non era riuscito a Berlusconi: cancellare la Festa della Liberazione Grazie a una straordinaria combinazione di stupidità, meschinità e arroganza, stiamo riuscendo a realizzare quello che non era riuscito a Berlusconi: cancellare il 25 aprile. Io trovo stupida e settaria la pretesa di impedire la presenza delle bandiere della Brigata Ebraica. La Resistenza, la guerra di liberazione, l’antifascismo sono state realtà complesse e molto diversificate. La Brigata ebraica, […]

Restituire la sovranità agli elettori

Come pietrificato, il parlamento attende, pressoché immobile, l’esito delle primarie del Partito Democratico. Esattamente come prima ha atteso che ci fosse la sentenza della Consulta e poi ha atteso le motivazioni della medesima. Le proposte di riforma della legge elettorale, che ovviamente tutti giudicano come necessaria e urgente (anche da quelli che – approvando l’Italicum insieme con la riforma costituzionale bocciata il 4 dicembre – hanno messo il Paese in un quasi vicolo cieco), sono una trentina e attendono che […]

25 economisti e premi Nobel contro il programma di Le Pen

La lettera a Le Monde. “Uscire dall’euro non è la stessa cosa che non esserci entrati”. Tra i firmatari anche economisti arruolati tra i noeuro di mezzo continente come Stiglitz, Mirrlees, Pissarides e Sen Alcuni di noi, vincitori del Premio Nobel per l’economia, sono stati citati dai candidati per le elezioni presidenziali francesi, tra cui Le Pen e la sua équipe, per giustificare un’agenda politica sul tema dell’Europa. I firmatari di questa lettera hanno posizioni diverse su questioni complesse come […]